Segnalo che è uscita, per le edizioni Nottetempo, un’antologia poetica che ha come tema la Grande guerra. Curata da Andrea Amerio e Maria Pace Ottieri, La guerra d’Europa 1914-1918 raccontata dai poeti, raccoglie testi di poeti europei (più un americano) che sono stati al fronte e hanno raccontato in versi l’orrore che è stato. C’è anche una donna, nell’antologia, che al fronte non c’è stata: Anna Achmatova. Ho tradotto la sua poesia, insieme a un’altra del suo primo marito Nikolaj Gumilëv e ad alcune di Vladimir Majakovskij.guerra_d_europaC’è nel volume una splendida introduzione di Andrea Amerio che vi spiegherà meglio di come possa fare io i criteri con cui il libro è stato composto. Io mi limito – sperando che né Andrea né Maria Pace se la prendano – a pubblicare qui la mia preferita tra tutte le poesie contenute nel volume. È dell’unico non europeo, Ernest Hemingway, e si intitola D’Annunzio.
Eccola qui:

Capito il figlio di puttana?
Mezzo milione di mangiaspaghetti morti
E lui se ne fotte.